CALCIO – Un punto d’oro tra Sanremese e Bra

SANREMESE: Manis, Anzaghi, Videtta, Castaldo, Brugni, Spinosa, Molino (27° st Fall), La Fauci, Taddei, Gagliardi (9° st Scalzi), Fiore.
A disp: Pirisi, Bregliano, Montanaro, Carletti, Sadek, Rotulo, Pellicanò.
Allenatore: Alessandro Lupo.
BRA: Bonofiglio, Sana (23° st De Santi), Barale, Dolce, Giglio (28° st D’Antoni), Petracca (45° st Morra), Brancato, Casolla, Vergnano, Tuzza, Massucco.
A disp: Reinaudo, Bettati, Tettamanti, Verzello, Manuali.
Arbitro: Sicurello di Seregno (assistenti: Torri di Como e Gatti di Gallarate).
Note: circa 500 spettatori; ammoniti: Videtta (S), Sana, Dolce e Petracca (B); espulsi i mister Lupo (S) e Daidola (B) nell’intervallo.

“Partita splendida” così Fabrizio Daidola, allenatore del Bra, ha descritto lo 0-0 “strappato” al “Comunale” di Sanremo, ieri pomeriggio, contro l’ex capolista del girone A.
Dopo il brivido per il rigore assegnato ai matuziani, poi fallito da Molino, è stato un colpo su colpo tra Sanremese e Bra, con i biancazzurri che le hanno provate tutte per scardinare la retroguardia cuneese; giallorossi ottimi nello stringere denti e reparti, pungendo più volte e mettendo in seria difficoltà uno straordinario Manis (poi premiato come uomo-partita dalla società ligure).
Con Bettati e Tettamanti in panchina per onor di firma, all’ultimo istante mister Daidola ha ridisegnato l’undici di partenza, dovendo far fronte al forfait di Rossi (influenzato), con Vergnano.
Questo il Bra, in campo con un completo nero ad inserti bianchi e giallorossi: Bonofiglio; Massucco, Brancato, Barale, Sana; Tuzza, Dolce, Vergnano, Petracca; Giglio e Casolla.
Minuto 2: contrasto Sana-Gagliardi sulla riga dell’area di rigore, l’arbitro concede il penalty che Molino (al 3°) fallisce calciando contro la traversa.
Bonofiglio blocca l’occasione di Brugni (21°); al 28° grande spunto di Vergnano che innesca Casolla, ma la sua conclusione non trova lo specchio della porta.
Poco dopo, sinistro di Giglio che, scivolando, sibila il palo alla sinistra di Manis.
Grande uscita di Bonofiglio, al 32°, su La Fauci lanciato a rete; ancora Casolla e Giglio pericolosi dalle parti di Manis, poi c’è la “paratona” del numero uno braidese: traversone dalla sinistra, colpo di testa di Molino in area piccola e “manona” di Bonofiglio (43°).
Nel corso della ripresa, dopo che la Sanremese era andata vicina al gol sugli sviluppi di un corner; Casolla (per ben due volte) chiama Manis ad altrettanti interventi prodigiosi.
Esordio di D’Antoni (28°) al posto di Giglio; altro miracolo di Manis sul destro potente di Tuzza, calciato alla mezzora. Casolla di destro non trova lo specchio della porta (40°) poi, in extremis, punizione dai 20 metri di Spinosa e palla alta (non di molto) sopra la traversa.
Triplice fischio e Bra che sale a quota 21 punti in classifica, a -3 dal 3° posto occupato dal Savona.
“Vengo via con rammarico da Sanremo, perchè abbiamo fatto una partita importante e di personalità, con qualità nelle giocate, da 10 in pagella per tutti. Abbiamo creato seri pericoli alla Sanremese, siamo stati sfacciati, nonostante la giovane età della nostra rosa. Un punto d’oro, ma ora dobbiamo tenere i piedi per terra perchè ci attendono quattro partite fondamentali per chiudere al meglio, e il più in alto possibile, il girone d’andata”, ha commentato Fabrizio Daidola, tecnico del Bra, al termine della gara.
Sabato 8 dicembre (ore 14,30) al “Bravi”, si giocherà l’anticipo tra Bra e Stresa.

Danilo Lusso A.C. Bra

Redazione CuneoNotizie Paolo
Informazioni su Redazione CuneoNotizie Paolo 24 Articoli
Responsabile e redattore di Spoorts